Attività professionale disciplinata ai sensi della l. 4/2013

 

 

Il rilassamento

L'uomo moderno é sempre teso, contratto, nervoso, ansioso, perché preso dal vortice infernale della vita odierna che dietro una cornice confortevole ed amabile nasconde un meccanismo disumano e una lotta implacabile per la vita.
La chimica moderna con i suoi psicofarmaci, con le pillole della felicità, porge loro una soluzione fallace poichè, a lunga scadenza, il rimedio é peggiore del male; esso non estirpa le cause della tensione, dell'ansia, ma ne inibisce solo parzialmente le manifestazioni.
Esistono comunque due rimedi naturali, preventivi e curativi nello stesso tempo: la respirazione controllata e il rilassamento, quest'ultimo vero antidoto del nervosismo e della tensione neuromuscolare. Senza rilassamento non esiste vero yoga, vera pace, vera possibile felicità anche se si possiede tutto per essere felici; il rilassamento é la sorgente del pensiero creatore.
Prima di studiare le tecniche che ci permetteranno di assaporare questo delizioso stato di super riposo migliore dello stesso sonno, bisogna capire i congegni profondi che lo provocano, comprendere la loro ragion d'essere e applicarli intelligentemente. L'arte del rilassamento si acquisisce ed é una grandiosa rivelazione per chi prova, per la prima volta nella sua vita, questo stato di euforia e di allegrezza.
 

- per approfondire visita l'area riservata -

[Tratto da: Imparo lo Yoga di Andrè Van Lysebeth]